Lettera luglio 2019

0 Condivisioni
image_pdfimage_print

Carissimi fedeli, pace e bene.

Il Pastore di Erma nel brano riportato più avanti ci esorta a chiedere a Dio senza incertezza, perché solo così possiamo ottenere da lui. Ma che cosa dobbiamo chiedere prima di tutto? Il Signore Gesù, insegnandoci la preghiera del Padre nostro, ci comanda di chiedere prima di tutto: “Sia santificato il tuo nome”. Il nome di Dio, cioè la sua presenza, è stata posta in noi nel battesimo. Chiedendo a Dio: “Sia santificato il tuo nome”, gli chiediamo che ci aiuti a custodire in noi la sua presenza, evitando di commettere peccati. Infatti il peccato ci distacca da Dio, allontana Dio dalla nostra vita e ci mette in balia del demonio. Il tempo estivo, in cui molti vanno a fare le vacanze, è un’opportunità per riposarsi, ma ahimè! anche un’occasione per rilassarsi nella vita cristiana, cedendo alle lusinghe del mondo. Allora bisogna vigilare senza tralasciare la preghiera quotidiana e la messa domenicale, dove riceviamo la grazia del Signore. Suggerisco a quelli che amano la lettura di leggere qualche buon libro che diletti e insieme istruisca, come sono le opere dei Padri della Chiesa. Alcune sono consultabili al seguente indirizzo: http://www.monasterovirtuale.it/chi-sono-i-padri-della-chiesa.html. La grazia del Signore nostro Gesù Cristo, l’amore di Dio Padre e la comunione dello Spirito Santo, siano con tutti voi. Don Alfonso