Lettera aprile 2019

0 Condivisioni
image_pdfimage_print

Carissimi fedeli, pace e bene.

Si sta avvicinando la Pasqua in cui ricordiamo la morte e la risurrezione di Gesù. Nella Pasqua possiamo contemplare l’orrore dei nostri peccati, che provocano la morte di Gesù, e insieme la potenza dell’amore di Dio che dona la vita per noi, vincendo il peccato e la morte. Con la morte Gesù espia i nostri peccati una volta per sempre, con la risurrezione ci fa dono di una vita nuova mediante lo Spirito Santo.  Di fatto noi partecipiamo alla Pasqua di Gesù, ricevendo i frutti della salvezza, attraverso il battesimo. Quando siamo stati battezzati siamo stati uniti a Gesù Cristo crocifisso e risorto, nascendo alla vita dei figli di Dio. Da quel giorno insieme alla vita biologica viviamo anche la vita divina. La vita biologica è destinata a finire con la morte, quando l’anima si separerà dal corpo, la vita divina invece durerà in eterno. Tutta la vita cristiana è una crescita e uno sviluppo della vita divina con la presenza dello Spirito Santo che diffonde nei nostri cuori l’amore di Dio. La sorgente in cui attingiamo il dono dello Spirito Santo sono i sacramenti, in particolare quelli che ci accompagnano nel cammino terreno, la confessione e la santa eucaristia. Auguro a tutti voi per questa Pasqua una rinnovata esperienza dell’amore di Dio che infonde pace e gioia.

Don Alfonso